LAGO SORAPIS – Cortina d’Ampezzo – BELLUNO

Uno dei laghetti più belli e scenografici di tutte le Dolomiti è il lago Sorapis, dalle azzurrissime acque, incastonato tra le meravigliose cime del parco naturale d’Ampezzo.

Il lago di Sorapis si presenta di un incantevole color turchese, le cui sfumature variano in base al momento della giornata.

Dietro l’ultima cunetta del meraviglioso sentiero, tra pietre bianche e la famosa cima “il Dito di Dio” , troviamo un fantastico anfiteatro di pietra creato dalle maestose creste dolomitiche che ospita questo meraviglioso laghetto dall’azzurro intenso.

Un paradiso tra le rocce dell’omonimo gruppo montuoso dominato dal “dito di Dio”, uno spuntone del monte Sorapis così denominato per la particolare conformazione, la cui colorazione, quasi irreale, è dovuta alle sottilissime polveri di roccia trasportate che provengono dal ghiacciaio che lo genera.

La prima occhiata sul lago ci offre come sfondo questa slanciata Cima insieme a Punta Zurloni e alla Gusela del Rifugio, mentre girando attorno si possono ammirare le Zimes del Ciadin del Loudo, Ra Zesta a nord e Sora Elfo, le Cime di Valbona, Le tre Sorelle e Le Crode d Caccia Grande a sud-est. 

È raggiungibile attraverso un panoramico sentiero dal Passo Tre Croci e il periodo migliore per poterlo visitare è certamente d’estate, quando la neve lascia spazio ai verdeggianti prati e il disgelo riempie il lago.

Con una breve camminata estremamente facile dal punto di vista fisico si raggiunge uno dei laghi più belli delle Dolomiti dal colore turchese che lo caratterizza, immerso nel Gruppo del Sorapis. 

Il sentiero parte dal Passo Tre Croci (1805m), valico alpino delle Dolomiti bellunesi che mette in comunicazione Cortina d'Ampezzo con Misurina e Auronzo di Cadore. Situato ai piedi del Monte Cristallo e di Piz Popena, il passo offre già da subito una vista eccezionale. Imboccato il sentiero CAI 213 direzione Rifugio A.Vandelli (un centinaio di metri dopo il passo in direzione lago di Misurina), si percorre un tratto pianeggiante prima nel bosco e poi tra costoni rocciosi sotto le Zimes de Marcuoira. Alcuni di questi ripidi passaggi sono attrezzati con corda d'acciaio oltre che da scale metalliche che facilitano la salita. La salita è breve e non presenta alcuna difficoltà se affrontata con cautela. Questo tratto offre un bellissimo panorama, una volta usciti dal bosco si possono ammirare le inconfondibili Cime di Lavaredo e i Cadini. Completata la salita si raggiunge il bivio con il sentiero CAI 216 che scende dalla Forcela Marcuòira, rimanendo sempre sul sentiero CAI 216 si raggiunge in brevissimo tempo il Circo del Sorapis. Girando a sinistra si può raggiungere il Rifugio A.Vandelli al Sorapis (1928 m), oppure con una manciata di passi si raggiunge l'incantevole Lago del Sorapis (1923 m). Sono poche le parole in grado di descrivere la bellezza di questa gemma turchese incastonata tra cime dalle forme spettacolari.
Per il ritorno si può seguire lo stesso percorso oppure allungando seguire il sentiero CAI 217 che parte dal Rifugio A.Vandelli e arrivati al ruscello a Val Bona risalire verso il passo mediante il sentiero CAI 209. 

Clicca sulla Mappa per ingrandirla

COME ARRIVARE : calcola il viaggio per arrivare in treno, in macchina o in bicicletta.

E' possibile raggiungere il laghetto dall’autostrada A27 di Belluno che si trasforma nella SS51 direzione Cortina d'Ampezzo. Arrivati in paese, e superato il centro pedonale, svoltare a destra sulla SR 48 verso località Alverà che in una 15ina di minuti ci conduce al parcheggio del passo Tre Croci. 

Dalla stazione dei treni più vicina, Calalzo ( consulta gli orari qui ), troverete in coincidenza gli autobus della Dolomitbus che in circa 60 minuti vi porterà a Cortina. QUI trovate gli orari delle coincidenze con il Bus. La partenza CAI più vicina a Cortina è da Cianpo de Sote dove è possibile trovare il servizio Jeep che ci può trasportare direttamente sul passo Tre Croci. Info su prezzi ed orari a questo link.

Il percorso non è molto adatto alle bike perchè presenta alcuni punti gradinati. Consigliamo quindi la variante CAI 209 che poi imbocca al primo bivio il CAI 217. I noleggi bike sparsi un po per tutto il paese:

E' presente un BIKE PARK in località Col Drusciè a Cortina.

Numerosi sono i punti di ristoro e hotels nel paese di Cortina, sul lago e nei dintorni.

Sul passo delle Tre Croci troviamo il ristoro Son Zuogo e poco vicino al laghetto troviamo il Rifugio A. Vandelli dove possiamo pernottare e gustare i piatti tipici locali.

Tutti gli altri alloggi disponibili nella città di Cortina e dintorni, consultabili a questo link.

l laghetto si trova ad un altezza di 1926 metri ai piedi del monte "Dito di Dio".  Il dislivello dal punto di accesso più basso è di

  • altezza minima 1805 da Passo delle Tre Croci
  • altezza massima 3191 Punta de Sorapis

il dislivello del percorso è di m. 121 in salita e in discesa.

Abbiamo tre principali percorsi di accesso al laghetto con inizio al passo delle Tre Croci.
  • CAI 213 percorso consigliato nella descrizione.
  • variante CAI 215 che costeggia le Cime di Marcoira con tratti esposti.
  • CAI 209 accessibile anche a bike.

In tutta la vallata, purtroppo, vi è il divieto di campeggio. Troviamo però campeggi attrezzati nella città di Cortina:

posizionati tutti in località Campo di Sotto.

Troviamo un parcheggio gratuito dove possono sostare i camper a Cortina vicino al fiume, al centro sportivo in via Campi e al passo delle Tre Croci nel parcheggio della seggiovia.

WEB CAM

GOOGLE MAPS

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Multilanguage »