LAGO FEDERA – Cortina d’Ampezzo – BELLUNO

Dai una valutazione a questo laghetto:

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)

Loading...

Il giro al lago Federia, con l'ex rifugio Palmieri, è una delle escursioni più conosciute e frequentate di Cortina d'Ampezzo ed è posto in una splendida posizione con uno dei panorami più suggestivi delle Dolomiti.

Incantevole, magico, quieto, incontaminato ed in breve uno dei più bei laghetti di montagna delle Dolomiti. Facilmente raggiungibile a piedi e con la mountain bike e d'inverno con le racchette da neve o ciaspole.

Spettacolare è la cornice rocciosa della Croda da Lago con le sue pareti, torri e guglie selvagge. L'accogliente rifugio sulla riva del lago dal nome Croda da Lago G. Palmieri, vizia il palato degli escursionisti con un'eccellente cucina. Da qui partono numerose escursioni sulle Dolomiti Bellunesi e ad un altro punto di ristoro dove poter degustare ottima cucina: la Malga Federa.

VISTA DALL’ALTO

Nelle giornate più calde d'estate, spesso qualche coraggioso mette i piedi nell'acqua del lago per rinfrescarsi. Da qui si può godere del bellissimo paesaggio offerto dalla natura: possiamo ammirare la conca di Cortina d'Ampezzo, i massicci della Croda da Lago, Croda Rossa, Pomagagnon, Cristallo e Sorapis, e la fauna tipica del Lago.
Una peculiarità del Lago Federa è il livello dell'acqua che sia d'estate che d'inverno rimane sempre costante. Questo è probabilmente dovuto alla presenza di una o più sorgenti sotterranee. Tuttavia, intorno al lago si intrecciano anche una moltitudine di miti e leggende, come quella di un drago che, invidioso della  città di Miliera, decise di distruggerla. Si rifugiò tra queste montagne, esponendosi al sole nell'erba ai piedi della Croda da Lago e sotterrando una conchiglia. Con lo sciogliersi delle nevi, ben presto la conchiglia si riempì di acqua e fu così che nacque il lago.

Due sono i percorsi principali di accesso al lago.

Quello più diretto e veloce è dal ponte di Ru Curto (1708 m). Sul lato sinistro della strada che sale al Passo Giau, parte il sentiero più corto che porta al Lago Federa il CAI 437. Sotto un ponticello si trova la segnaletica che indica il percorso verso il bosco che, una volta superato il torrente, comincia gradualmente a prendere quota congiungendosi con il CAI 434 e, dopo un bivio, inizialmente continua dritto per poi proseguire a zig zag attraverso un pendio boscoso in direzione della sella della Croda da Lago. Da qui (2060 m) si scende dolcemente fino al lago che si trova a 2038 m di altitudine.

Un altro facile e suggestivo percorso agibile sia d’estate che d’iverno con le ciaspole, è quello che parte da Cianpo de Sote. Da Cortina d'Ampezzo si raggiunge la frazione di Cianpo de Sote (Campo di Sotto) dove si può parcheggiare l'auto su comodi spiazzi.

Dalla frazione, si seguono le indicazioni per il lago de Pianòze fino a giungere al bivio con il sentiero CAI 432. Da qui a breve, tralasciando il bivio per il rifugio e il Lago d'Aial, si raggiunge lo spiazzo dove vengono parcheggiati i mezzi che salgono fino a Malga Federa e che svolgono su richiesta servizio di trasporto. Si prosegue su strada immersa nel bosco, raggiungendo dapprima a 1320m la piccola sorgente Aga Benedèta e poi dopo alcuni tornanti che in qualche tratto possono anche essere tagliati il Ponte Fèdera.

Da qui su percorso più diretto si giunge a malga Fedèra, dai cui prati si gode di un bellissimo panorama verso Cortina d'Ampezzo. Il sentiero ora prosegue nel bosco puntando verso il Becco di Mezzodì e quindi svoltando verso destra (nord-ovest) in breve si giunge al Rifugio Croda Da Lago e il Lago Federa.

Un altro importante accesso è dalla Val Fiorentina sulla statale che porta al Alleghe sul versante opposto del famoso Monte Civetta. Dal dal Rifugio Città di Fiume imbocchiamo il CAI 467 che in circa 3 ore ci accompagna al lago.

Clicca sulla Mappa per ingrandirla

COME ARRIVARE : calcola il viaggio per arrivare in treno, in macchina o in bicicletta.

E' possibile raggiungere il laghetto dall’autostrada A27 di Belluno che si trasforma nella SS51 direzione Cortina d'Ampezzo. Arrivati in paese, svoltare a sinistra in loc. Salieto proseguiamo quindi fino alla fine della strada loc. Campo di Sotto. Troviamo il secondo accesso dal passo Giau lasciandoci Cortina alle spalle e proseguendo sulla SR48 per poi svoltare a sinistra prima dello Sport Hotel sulla SP638. Dopo qualche chilometro prima del passo Giau, fermiamo la macchina in località Ru Curto. Per raggiungere il laghetto dalla Valle Fiorentina, al termine della A27 proseguire sulla SS51 fino a Longarone dove svolteremo a sinistra sulla SP251 in direzione Forno di Zoldo. Proseguiamo per alcuni chilometri dopo la località e troveremo sulla destra il parcheggio del Rifugio Città di Fiume con l'accesso al sentiero CAI.

Dalla stazione dei treni più vicina, Calalzo ( consulta gli orari qui ), troverete in coincidenza gli autobus della Dolomitbus che in circa 60 minuti vi porterà a Cortina. QUI trovate gli orari delle coincidenze con il Bus. La partenza CAI più vicina a Cortina è da Cianpo de Sote dove è possibile trovare il servizio Jeep che ci può trasportare direttamente sul Laghetto. Info su prezzi ed orari a questo link.

 

L'intera area è Bike friendly con percorsi di diversi gradi di difficoltà adatti a tutta la famiglia ed è presente un BIKE PARK in località Col Drusciè per i più temerari. Il percorso più semplice per raggiungere il laghetto è il CAI432 da Cianpo de Sote (Campo di Sotto) dove troviamo un percorso ampio e nel primo tratto asfaltato. I noleggi bike sparsi un po per tutto il paese:

Numerosi sono i punti di ristoro e hotels nel paese di Cortina, sul lago e nei dintorni.

Sui percorsi CAI troviamo:

Tutti gli altri alloggi disponibili nella città di Cortina e dintorni, consultabili a questo link.

l laghetto si trova ad un altezza di 1561 metri ai piedi del monte Croda da Lago . Situato a 2046 metri d'altitudine, è crocevia di numerosi percorsi alpinistici, tra tutti l'Alta via numero 1. Il dislivello dal punto di accesso più basso è di

  • altezza minima 1126 da Campo di Sotto
  • altezza massima 1561 m laghetto

il dislivello del percorso è di m. 920 in salita e indiscesa.

 
Abbiamo vari percorsi di accesso al laghetto. 
  • Il più veloce è quello da Ru Curto sulla strada SP638 che porta al passo Giau. Il punto di partenza è il Ponte di Ru Curto dove inizia il sentiero CAI 437 e che al Cason di Formin diventa CAI 434 fino al lago. Il tempo di percorrenza è di circa 2 ore con un dislivello di circa 300 metri e una lunghezza di 4 chilometri o poco più.
  • il più semplice da Cortina d'Ampezzo, località Campo di Sotto seguire la strada asfaltata, segnavia 432, che 300 metri sotto Malga Federa diventa una strada sterrata fino al laghetto.  Questa via d'accesso è percorribile oltre che in estate anche in inverno. In inverno è quasi sempre battuta, ottima per gite con gli sci da alpinismo e per discese con lo slittino. Il tempo di percorrenza è di circa 3 ore con un dislivello di circa 900 metri e una lunghezza di 7 chilometri o poco più.
  • dalla SP 638 del Passo Giau, a m. 2025 di altitudine parte il sentiero CAI 436 che attraverso Forcella Giau, Alpe di Mondeval, Forcella Ambrizzola, CAI 434 porta al laghetto. Il tempo di percorrenza è di circa 3 ore con un dislivello di circa 70 metri e una lunghezza di 7 chilometri o poco più.
  • dal Rifugio Città di Fiume in Val Fiorentina si prende il sentiero CAI 467, si attraversa Forcella de la Puina, Forcella Col Roan, imbocchiamo il CAI 458 Malga Prendera, CAI 436 Forcella Ambrizzola e CAI 434 fino al laghetto. Il tempo di percorrenza è di circa 3 ore con un dislivello di circa 128 metri e una lunghezza di 7 chilometri o poco più.
 
 
 

In tutta la vallata, purtroppo, vi è il divieto di campeggio. Troviamo però campeggi attrezzati lato Cortina e Lato Valle Fiorentina:

posizionati tutti in località Campo di Sotto alla partenza del CAI 432

Troviamo un parcheggio gratuito dove possono sostare i camper a Cortina vicino al fiume e al centro sportivo in via Campi.

WEB CAM

GOOGLE MAPS

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Multilanguage »