LAGO E CASCATE DI FANES – Cortina d’Ampezzo – BELLUNO

Questa escursione, altamente panoramica e spettacolare seppure si sviluppi in orridi e valli profonde, conduce alla confluenza delle valli di Fanes, Travenanzes e Ra Vales, a nord di Cortina. Collega alcuni siti di grandiosa imponenza paesaggistica e idrogeologica. I due passaggi sotto le cascate di Fanes sono i più spettacolari.

Il susseguirsi di pozze, cateratte e cascate che caratterizza tutto il corso del Rio Fanes è di una bellezza straordinaria e le Cascate Basse di Fanes sono fra le più alte e copiose delle Dolomiti.

VISTA DELLE CASCATE

Il percorso si snoda nel cuore del Parco delle Dolomiti d’Ampezzo, presenta tratti di diversa difficoltà e impegno ed è affrontabile a stralci o in un’unica soluzione di continuità, in parte anche da famiglie con bambini, è dotato di diversi punti di vista panoramici e di tratti attrezzati con funi metalliche nei punti più esposti e delicati.

Dal centro visitatori del Felizon, si attraversa il torrente Boite su una passerella e poi si costeggia il Ru de Fanes.

Si giunge ai soleggiati prati di Pian de Loa e il tragitto da qui è in salita costante per circa 2 chilometri (segnavia 10) seguendo le indicazioni per le Cascate di Fanes e Ponte Outo.

Un ponte sospeso a circa 80 metri, dal quale è stupenda la vista sulla forra di Fanes, il profondissimo e suggestivo canyon scavato dal Rio Travenanzes nel punto dove si getta nel Rio di Fanes.

Da qui si possono raggiungere a piedi le cascate attraverso un sentiero ferrato non difficile ma che richiede comunque un minimo di equipaggiamento. Caschetto e moschettoni sono quindi d’obbligo per poter godere a pieno ed in sicurezza questo fantastico luogo. Molto suggestivo il passaggio che permette di camminare dietro la cascata.

Riprendiamo il percorso lungo il sentiero MTB e prima della deviazione per una seconda cascata, la strada ritorna quasi parallela al Rio di Fanes, che rimane sulla destra.

Proseguiamo fino al piccolo Lago di Fanes e infine alla staccionata che segnala il confine del Parco delle Dolomiti Ampezzane con quello di Fanes-Sennes-Braies e separa anche il Veneto dall’Alto Adige.

Qui finisce il nostro itinerario che prevede il rientro sullo stesso percorso.

Volendo proseguire, il sentiero porta alla Malga Fanes Grande, al Lago di Limo, al Passo di Limo e al Rifugi di Fanes e Lavarella.

Clicca sulla Mappa per ingrandirla

COME ARRIVARE : calcola il viaggio per arrivare in treno, in macchina o in bicicletta.

E' possibile raggiungere il laghetto dall’autostrada A27 di Belluno che si trasforma nella SS51 direzione Cortina d'Ampezzo. Arrivati in paese, e superato il centro pedonale, si prosegue sulla statale. Lasciate preferibilmente la vostra auto subito dopo Fiames, circa 8 km dopo Cortina verso Dobbiaco.

 

Dalla stazione dei treni più vicina, Calalzo ( consulta gli orari qui ), troverete in coincidenza gli autobus della Dolomitbus che in circa 60 minuti vi porterà a Cortina. QUI trovate gli orari delle coincidenze con il Bus. Da Cortina è disponibile il trasporto urbano con la linea 1 che ci porta a Fiames in pochi minuti.

 

Il sentiero CAI numero 10 è fruibile interamente con le biciclette fino alle cascate. Essendo su strada sterrata, non presenta particolari difficoltà.

I noleggi bike sparsi un po per tutto il paese di Cortina:

E' presente un BIKE PARK in località Col Drusciè a Cortina.

Non ci sono punti di ristoro sul percorso.

Tutti gli altri alloggi disponibili nella città di Cortina e dintorni, consultabili a questo link.

Il laghetto si trova ad un'altezza di 1830 metri.

La partenza della passeggiata è da Podestagno a quota 1513 metri. Il dislivello del percorso è di 317 metri.

Il percorso sul sentiero che parte da Podestagno ha una lunghezza di 13 chilometri circa. Con passo lento è percorribile in circa due ore e trenta. Varie sono le deviazioni proposte dai cartelli al CAI 10. Bisogna però avere il giusto equipaggiamento soprattutto se si vuole passare sotto le cascate. Sono necessari moschettoni e caschetto per superare alcune parti molto esposte.

Volendo proseguire oltre il laghetto, il sentiero CAI 10 porta alla Malga Fanes Grande, al Lago di Limo, al Passo di Limo e al Rifugi di Fanes e Lavarella.

In tutta la vallata, purtroppo, vi è il divieto di campeggio. Troviamo però campeggi attrezzati lato Cortina e Lato Valle Fiorentina:

posizionati tutti in località Campo di Sotto alla partenza del CAI 432.

Troviamo un parcheggio gratuito dove possono sostare i camper a Cortina vicino al fiume e al centro sportivo in via Campi.

WEBCAM FIAMES

GOOGLE MAPS

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Multilanguage »