LAGO DI GERA E DI CAMPOMORO – Valmalenco – SONDRIO

I bacini artificiali dell’Alpe Gera e di Campo Moro si trovano in Valmalenco, nel Comune di Lanzada, e costituiscono un’interessante meta di escursione. Oltre allo splendido panorama che è possibile scorgere lungo il perimetro dei laghi, fonte di interesse sono le dighe stesse, situate rispettivamente a 2051 metri e a 1996 metri.

Il primo bacino artificiale che incontriamo sul percorso stradale, è il lago di Campo Moro dove la sosta è d’obbligo al parcheggio sulla diga. Qui possiamo ammirare il fantastico fondovalle e degustare ottime pietanze locali ai rifugi Zoia e Poschiavino. Dopo una breve sosta, proseguiamo in auto e arriviamo al parcheggio del secondo bacino dopo un breve percorso sterrato.

Il lago artificiale di Gera può essere percorso in tutto il suo perimetro con un’escursione che non comporta particolare impegno fisico, ma risulta molto interessante dal punto di vista panoramico. Si tratta del giro del lago di Gera. Punto di partenza è il parcheggio ai piedi dello sbarramento della diga.

Parcheggiata l’auto, ci incamminiamo seguendo le indicazioni “il giro del lago di Gera” CAI 305. Percorriamo così una pista sterrata intagliata nel fianco roccioso della montagna che inizia a salire in val Poschiavina. Raggiungiamo, con un ultimo tratto pianeggiante, l'alpe Gembrè (m. 2224) con 15 baite molto basse coperte di lastroni di pietra.

Lasciate queste alle spalle, scendiamo, seguendo le indicazioni, verso i numerosi torrentelli sulla via del “sentiero dei Ponti” con uno sfondo meraviglioso sul ghiacciaio che li alimenta.

Superati i numerosi torrentelli, ricominciamo a salire, verso il rifugio Bignami (m. 2385) che rappresenta un osservatorio privilegiato sul Piz Palù e sulla vedretta di Fellaria orientale. Se abbiamo buone gambe, possiamo deviare sul CAI 305 variante che chi porta all’alpe di Fellaria, uno dei più alti alpeggi alpini, e al fantastico anello Glaciologico.

Per tornare alla diga di Gera, basta seguire il comodo sentiero che scende tagliando il fianco sud-orientale del Sasso Moro. Ci ritroviamo sullo  sbarramento della diga di Gera che dopo circa due ore e mezza di cammino ci riporta al punto di partenza .I bacini artificiali dell’Alpe Gera e di Campo Moro si trovano in Valmalenco, nel Comune di Lanzada, e costituiscono un’interessante meta di escursione. Oltre allo splendido panorama che è possibile scorgere lungo il perimetro dei laghi, fonte di interesse sono le dighe stesse, situate rispettivamente a 2051 metri e a 1996 metri.

Il primo bacino artificiale che incontriamo sul percorso stradale, è il lago di Campo Moro dove la sosta è d’obbligo al parcheggio sulla diga. Qui possiamo ammirare il fantastico fondovalle e degustare ottime pietanze locali ai rifugi Zoia e Poschiavino. Dopo una breve sosta, proseguiamo in auto e arriviamo al parcheggio del secondo bacino dopo un breve percorso sterrato.

Clicca sulla Mappa per ingrandirla

COME ARRIVARE : calcola il viaggio per arrivare in treno, in macchina o in bicicletta.

Imboccata la SS 38 della Valtellina, arriviamo a Sondrio, dove svoltiamo a sinistra in direzione Chiesa di Valmalenco sulla SP 15.  Quindi svoltiamo a destra alla rotonda del centro sportivo seguendo le indicazioni per Frazione Franscia, Campo Moro.

Con Trenitalia

Possiamo raggiungere direttamente da Milano la stazione ferroviaria di Sondrio per prendere poi l'autobus che ci porta a Lanzada.  In estate, il bus arriva fino a Campo Franscia a circa 7 km di cammino dal primo bacino. Orari consultabili QUI.

L'intera area è bike friendy e i sentieri sono fruibili sia con Bike che con E-Bike i percorsi sono impegnativi e richiedono una certa preparazione. Non rileviamo noleggi vicini alle partenze dei sentieri. Noleggio disponibile in paese al Malenco Bike. Possiamo visualizzare alcune immagini del percorso qui.

Numerosi sono i punti di ristoro sulla via dei laghi e nei dintorni. A pranzo o a cena vi aspetta la cucina tipica valtellinese e disponibilità di alloggio in camere confortevoli:

Alla prima diga di Campo Moro troviamo il  Rifugio Poschiavino e il Rifugio Zoia con centro benessere e camere accoglienti. Proseguendo sul cammino che si apre sul secondo bacino, troviamo il Rifugio Bignami un'accogliente baita di montagna immersa nella splendida cornice del tour del Bernina.

Chiesa Valmalenco offre tantissime strutture ricettive consultabili QUI.

I laghetti si trovano su due livelli ed hanno un

  • altezza minima 1983 m di Campo Moro
  • altezza massima  Rifugio Bignami (fronte lago) 2401 m 

con un dislivello di 418 m

Passeggiate consigliate, vedi piantina :

  •  CAI 305 partenza dal parcheggio Lago di Gera tempo di percorrenza ore 2.30 con un livello intermedio di difficoltà

In zona Laghi è possibile campeggiare un po' ovunque. Troviamo un campeggio attrezzato a Lanzada Centro sportivo Pradasc dove poter parcheggiare i camper.

WEB CAM

webcam valmalenco

GOOGLE MAPS

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Multilanguage »