LAGHI NELLA CONCA DEL BARBELLINO – Bergamo – alta Val Seriana

In Alta Val Seriana, ai piedi delle più elevate cime della catena delle Orobie, dominati dalle guglie rocciose del Pizzo di Coca, del Recastello, del Monte Gleno, del Pizzo Torena, si stendono i 5 laghi artificiali e non. Il Lago Artificiale del Barbellino posto presso il Rifugio Curò, Il Lago Naturale del Barbellino in prossimità del Rifugio omonimo, il laghetto della Cima al Passo di Caronella, il Lago Gelt (il più alto e probabilmente il più bello delle Orobie) ed a chiudere il cerchio il Lago di Malgina. Si parte dalle Case Grumetti di Valbondione; dal paese si continua lungo il fondovalle sino alla fine della strada asfaltata dove il parcheggio consente di abbandonare l'auto per proseguire a piedi o in bicicletta. Scaricato il nostro mezzo, a destra della Santella parte un sentierino, in questo tratto non segnalato, che risale un ripido bosco sino a sbucare sulla stradina sterrata, la CAI 305, che arriva da Lizzola. La si segue a sinistra per un lungo e monotono mezzacosta che conduce sotto ai roccioni che sostengono il vecchio rifugio Curò. Al primo tornante si dirama a sinistra un impervio sentiero, scorciatoia adatta a chi ha buone gambe, che permette di risparmiare circa mezz’ora di cammino. La scorciatoia sbuca in alto a poca distanza dal rifugio, vi è una corda metallica nel tratto più esposto. Chi vuole godersi invece un percorso più tranquillo segue la stradina che ora s’inerpica a tornanti lungo il fianco sud occidentale del Monte Verme e conduce al rifugio Curò posto proprio all’imbocco del vallone che ospita il Lago del Barbellino. La stradina ora diventa mulattiera, CAI 308, che corre alta sulla destra del grande bacino d’acqua, supera su di un ponticello in ferro il corso d’acqua e continua sino alla fine del lago. La 308 costeggia lo spumeggiante Torrente Serio ricco di cascatelle, piscine naturali, gorghi d’acque, meandri rocciosi e prosegue fino al Lago Barbellino superiore con il suo Rifugio a 2150 mt.

Proseguiamo sulla segnavia CAI 308 con indicazione "Passo di Marogella". Iniziamo la salita che con pendenza costante ci porta al Bivacco A.E.S. (m.2605), ex polveriera militare restaurata risalente alla Grande Guerra. Con un ultimo sforzo raggiungiamo anche il sovrastante Passo di Caronella (m.2615), dove troviamo il Rifugio A.E.S., chiuso ma dotato di un piccolo locale invernale sempre aperto. Qui possiamo anche ammirare il terzo lago della giornata, il Lago della Cima, ormai ridotto a poco più di una pozza d’acqua e che fino a qualche anno fa godeva del titolo di lago più alto delle Orobie. Questo titolo, viste le dimensioni a cui si è ridotto negli ultimi anni il Lago della Cima, spetta adesso al Lago Gelt. Risaliamo il ripido costone alla nostra sinistra, zigzagando tra ripide ed affilate rocce, fino all’intaglio a 2730 metri. Il panorama si apre adesso sul Lago Gelt, una vera perla Orobica di origine glaciale incastonata tra la rocce, che vista da questa angolazione ricorda per la sua forma un cuore. Lo scenario e l’ambiente sono tra i più belli delle Orobie. Scendiamo sul CAI 310 in direzione del Lago di Malgina (m.2339), anch’esso di origine naturale, che prende il nome dal Pizzo del Diavolo di Malgina, vetta ai piedi di cui si trova. Scendiamo quindi sempre sul segnavia CAI 310 che ci riporta poco distanti dal Rifugio Barbellino. Il percorso ora diventa comune all’andata e ci riporta in circa un’ora al Rifugio Curò ed a Valbondione.

Clicca sulla Mappa per ingrandirla

COME ARRIVARE : calcola il viaggio per arrivare in treno, in macchina o in bicicletta.

Per raggiungere i laghetti, una volta usciti dall'A4, bisogna prendere la statale della Valle Seriana e seguire le indicazioni per Valbondione. Arrivati in paese, proseguire seguendo i cartelli Grumetti. Dal piazzale parcheggi, proseguire a piedi sulla ferrata a destra della Santella per poi congiungersi con il sentiero CAI 305.

arrivati alla stazione FS di Bergamo, sulla destra si trova il terminal S.A.B. dove è possibile salire sulla linea che porta a Valbondione. Tratta diretta

ORARI AUTOBUS

Sentieri fruibili sia con Bike che con E-Bike non rileviamo pultroppo noleggi vicini alle partenze delle ferrate

Sono 5 i punti di ristoro distribuiti sull'itinerario dove poter assaporare l'ottima cucina locale pernottare ed ammirare questi fantastici scorci

I Laghetti di Barbellino si trovano in alta Val Seriana l'altezza dalla partenza è 

  • altezza minima 970 mt parcheggio Grumetti
  • altezza massima Passo Caronella 2612 mt

passeggiate consigliate, vedi mappa:

  • CAI 305
  • CAI 308
  • CAI 310

E' possibile campeggiare un po' ovunque su tutto il percorso laghi.

Il campeggio attrezzato più vicino è il Camping Valbondione a Valbondione.

Troviamo un parcheggio camper a Gromo in due piazzali ai piedi delle piste di sci, gratuiti.

L'evento più importante di questo territorio, è l'apertura delle Cascate del Serio le più alte d'Italia. Il programma annuale, è consultabile QUI.

WEB CAM

Webcam verso la conca del Barbellino

se non visualizzi, clicca sull'icona

GOOGLE MAPS

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Multilanguage »