GIRO DEI 5 LAGHI – Madonna di Campiglio – TRENTO

Sono tante le escursioni che si possono effettuare partendo da Madonna di Campiglio. Una delle più emozionanti è senza dubbio il Giro dei 5 laghi, il sentiero è piuttosto lungo ed in certi tratti impegnativo. Chi vuole però assaggiare le bellezze del luogo può farlo percorrendo solamente in alcuni dei suoi tratti  regalandoci un panorama unico al mondo.

Siamo nel Gruppo Adamello – Presanella, più precisamente nel settore orientale del Gruppo della Presanella. Il percorso proposto parte poco sopra Madonna di Campiglio, dove si concentrano numerosi e bellissimi laghi alpini che in alcuni tratti, specie attorno al Lago Gelato, ricordano molto certi paesaggi della Norvegia.

Questo itinerario parte dal rifugio Agostini a quota 2.082 m. da dove si giunge in tre modi:

Il più rapido, tramite la cabinovia in centro paese che sale direttamente al primo laghetto Pradalago, da malga Zeledria attraverso il sentiero n. 265 che sale i pascoli di Pradalago con uno sviluppo maggiore ed un percorso notevolmente più lungo, salendo da Campo Carlo Magno e passando per il Lago delle Malghette.

In genere è consigliabile portarsi al luogo di partenza più comodamente, con la funivia Pradalago, che parte da Madonna di Campiglio. Raggiunto il rifugio si sale circa 5 minuti in percorso condiviso con il sentiero attrezzato “Bozzetto”, che viene abbandonato poi sulla destra nei pressi di un bivio ben segnalato. Da lì si prosegue quindi con un tracciato semi pianeggiante verso ovest, il CAI 226 in ambiente caratterizzato da pascolo, con una vegetazione sparsa di abete, larice e cembro. Sotto di noi si scorge la conca dove è posto il Lago Nambino.

 Il percorso dapprima scende brevemente tra i pini, per riprendere poi a risalire e quindi in piano tra alcune rocce scavate e su ghiaioni. Dopo circa trenta minuti si raggiunge il bivio che a sinistra scende al laghetto Buca dei Cavalli. Si continua quindi in salita verso nord-ovest imboccando il sentiero a sinistra che continua con la salita in alcune ripide svolte sino a incrociare più in alto il tratto terminale del sentiero attrezzato “Bozzetto”. Si superano poi alcuni valloncelli e, tra placche rocciose, magro pascolo e macereto, si giunge quindi nei pressi del Lago Serodoli  2.371 m. Il tempo di percorrenza fino a questo laghetto è di un ora e 15 minuti e da qui, deviando dal nostro giro, in circa 3 ore si può raggiungere la Val di Sole con il CAI 203.

Proseguiamo quindi sulle indicazioni che ci fanno costeggiare sulla sinistra il lago. Da qui si gode di una vista stupenda sui Laghi Serodoli e Gelato, sulla Rocca di Nambron e verso sud est sulle Dolomiti di Brenta. Dal dosso si scende nei pressi di un piccolo sbarramento da dove escono le acque del torrente emissario del Lago Seroldi. Si continua in direzione sud ovest con un tratto pianeggiante in quota sopra le acque scura del Lago Nero per poi riprendere a salire con pendenza non troppo marcata. Ora il percorso CAI 232 oltrepassa con dei saliscendi alcune conche, per portarsi sulla sponda orientale del Lago Lambin, caratterizzato da una limpidissima e cristallina acqua a 2.327 m. Si risale per un breve tratto in una valletta, per raggiungere poi un piccolo valico da dove si comincia a scendere in moderata pendenza.

Il percorso, sempre evidente, in questa ultima parte è caratterizzato da placche rocciose e magro pascolo fiorito fino al  Passo Ritort da dove si scende attraverso sentiero a tratti zigzagante verso il Lago Ritorto posto a 2.058 m. Nei pressi dell’emissario del Lago Ritorto continua deviando sinistra sempre sul CAI 232 che, con percorso pianeggiante, attraverso un lungo traverso porta al rifugio Pancugol, da dove è possibile scendere a Madonna di Campiglio con la funivia "Cinque Laghi". 

In alternativa, dal Lago Ritorto si può scendere verso sud  ovest con il sentiero CAI 25, o ripidamente sui sentieri che costeggiamo i prati che d’inverno diventano famose piste da sci. Si attraversa un bel bosco di abeti rossi per poi attraversare un vasto pianoro torboso colonizzato da fitta vegetazione di pino mugo e in circa un ora raggiungere la Malga Ritorto posta a 1.747 m. 

Clicca sulla Mappa per ingrandirla

COME ARRIVARE : calcola il viaggio per arrivare in treno, in macchina o in bicicletta.

E' possibile raggiungere Madonna di Campiglio dall'autostrada del Brennero con uscita Trento nord. Imbocchiamo quindi la SP 235 con direzione Madonna di Campiglio.

Dalla stazione dei treni di Trento, (consulta gli orari FS qui) troviamo la coincidenza con le linee autobus "Trentino Trasporti" che ci porta con una linea diretta a Madonna di Campiglio. Orari disponibili QUI.

L'intera area è Bike friendly con percorsi di diversi gradi di difficoltà che toccano alcuni dei laghetti.  E' presente un BIKE PARK che si sviluppa su tutta la conca di Madonna di Campiglio . Sono presenti  numerosi noleggi in paese:

Troviamo vari punti di ristoro distribuiti sul percorso:

Sono disponibili numerose strutture ricettive a Madonna di Campiglio consultabili QUI

Il percorso dei 5 Laghi si trova ad un altezza media di 2100 metri. In ordine troviamo:

  • Lago Pradalago 2085 metri
  • Lago Buca dei Cavalli 2115 metri
  • Lago Serodoli 2370 metri
  • Lago Gelato 2390 metri
  • Lago Lambin 2324 metri
  • Lago Ritorto 2055 metri
  • Lago di Nambino 1768 metri

il dislivello del percorso è di metri 800 in salita e in discesa.

Abbiamo vari punti di accesso al giro dei 5 laghi. Quello consigliato e percorribile in entrambi i sensi di marcia inizia dalla Cabinovia Pradalago, percorrendo tutto il sentiero CAI 226 fino al lago Serodoli. Da li imbocchiamo il CAI 232 fino al Rifugio 5 Laghi dove troviamo la Cabinovia di rientro in paese. Il tempo di percorrenza è di circa 3 ore con un dislivello di 800 metri e una lunghezza di 10 chilometri.

Un secondo punto di accesso al percorso lo troviamo dal Rifugio Lago Nambino con il CAI  266 a destra del lago e il CAI 217 a sinistra.  Lasciando la propria automobile nel parcheggio che si trova vicino alla Zangola in circa 20 minuti, giungiamo al Lago Nambino dove troviamo un bivio con chiari segnali per imboccare i due percorsi. Dal CAI 266 ci congiungiamo al percorso consigliato al Laghetto Buca dei Cavalli in una 30ina di minuti. Dal CAI 217 ci congiungiamo al percorso consigliato sul Lago Serodoli costeggiando il piccolo lago Nero.

E' possibile campeggiare un po' ovunque lungo gli itinerari che portano al lago. Camping attrezzato più vicino a Madonna di Campiglio "camping Faè".

A Campiglio è possibile parcheggiare il camper presso l’area vicino all’hotel Bertelli(zona nord di Campiglio, vicino l’imbocco della galleria) e presso il parcheggio della telecabina Grostè (a circa 1,5 km dal paese).

Il prezzo del parcheggio è di € 16 al giorno.

E’ possibile sostare per massimo una notte perché non si tratta di zone attrezzate per carica/scarico.

WEB CAM

GOOGLE MAPS

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Multilanguage »