ALTOPIANO DEI 13 LAGHI – Prali – TORINO

Dai una valutazione a questo laghetto:

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (2 VOTI, MEDIA: 5,00 DI5)

Loading...

Questo anello è una tra le più belle escursioni che si possono fare in montagna e la conca dei 13 laghi è sicuramente il luogo più pittoresco della Val Germanasca.  Percorrendo mulattiere militari, a tratti ancora ben conservate, i tratti in piano si alternano ad altri dove si sale e si scende, dove si guadagnano colli e si superano barriere rocciose raggiungendo facili cime. Si ha così modo di ammirare le montagne che cingono la conca di Prali e oltre.

Giunti a Ghigo di Prali (1490 m) si sale in seggiovia a Pian Alpet (2232 m) dove ha inizio l’escursione. Qui troviamo l’unico punto di ristoro del nostro giro il rifugio la Capannina dove gustare ottimi piatti tipici sulla meravigliosa terrazza. Non volendo servirsi della seggiovia il sentiero 204 parte dai Giordano (200 m. oltre la seggiovia), ed in circa 950 metri di dislivello vi porta alla Conca dei 13 laghi.
Si segue per un tratto la salita della seconda seggiovia e si prosegue lungo l’itinerario 1 denominato “I laghi e le antiche leggende”.

Una leggera salita porta alla suggestiva Conca dei 13 Laghi dove, in un’area di alcune migliaia di metri quadrati, si contano tredici laghetti dall’acqua cristallina: Primo, dell’Uomo, Drajo, Verde, Gemelli, Ramella o dei Cannoni. Lasciato più in basso sulla destra il lago Primo, si raggiunge in breve il lago dell’Uomo a 2360 metri in 40 minuti. Nelle vicinanze si trovano diverse costruzioni militari, i “Ricoveri Perrucchetti”, che durante la seconda guerra mondiale servirono da appoggio logistico per la guardia alla frontiera che aveva come obiettivo il controllo del Colle d’Abriès. Raggiunto un quadrivio, si ignora il sentiero che conduce al colle Giulian (sud) e quello che scende in fondo valle (ovest), si prosegue invece lungo l’itinerario 1. Superato il lago Due Gemelli, si raggiunge il lago Ramella o lago dei cannoni a 2586 metri in 1 h 20 minuti di passeggiata. Sulle sue sponde si trovano ancora due cannoni su affusto rigido fabbricati nel 1916 dall’Ansaldo. Qui si abbandona momentaneamente l’itinerario 1 per salire a destra verso il passo della Cialancia a 2683 metri posto tra la Punta Founset (2798 m) e la Punta della Cialancia (2855 m).  Ammirato il panorama, si ritorna in breve al lago Ramella e si riprende il cammino. Siamo a 2 ore e 30 minuti di passeggiata. Proseguendo in direzione ovest, da posizione più elevata si può ammirare l’altopiano con i suoi luminosi specchi d’acqua. Passati sotto il Cappello d’Envie (2638 m) e superato il Bric Rond, si ripercorre in discesa il sentiero che porta al Pian Alpet dove si riprende la seggiovia per il rientro a Ghigo di Prali.

Clicca sulla Mappa per ingrandirla

COME ARRIVARE : calcola il viaggio per arrivare in treno, in macchina o in bicicletta.

Superata Torino sull’autostrada A55 risaliamo la Val Chisone sulla SP23r fino a Perosa Argentina. Qui svoltiamo a sinistra sulla SP169 e dopo 20 km, 36 minuti si raggiunge Prali che si trova alla testata della Val Germanasca.

 

Arrivati alla stazione FS di Pinerolo (consulta gli orari dei treni qui), troviamo il terminal della Sadem Arriva dove è possibile salire sulla linea che in 30 minuti porta a Perosa Argenitina. Da qui effettuiamo il cambio bus che ci porta direttamente a Prali Ghigo in altri 30 minuti.

ORARI AUTOBUS consultabili qui.

 

Gran parte degli itinerari presenti nella mappa sono percorribili in mountain bike. Le due seggiovie di Pian dell’Alpet e Bric Rond, permettono di guadagnare oltre 1000 metri di dislivello su cui si trovano 6 percorsi adatti a tutte le capacità. Due percorsi medio-facili, tre difficili e una pista da downhill per biker esperti.
L’anima di Prali è molto downhiller ma è anche la località di Alpi Bike Resort con i percorsi freeride più sensazionali. Provate la discesa dalla Conca dei 13 Laghi e non ne rimarrete certo delusi.

E' possibile noleggiare Bike ed e-Bike da DH Gravity a Prali.

Unico punto di ristoro sul percorso laghi è il rifugio La Capannina situata all’arrivo della seggiovia Malza-Pian Alpet  a mt 2250.

Nel paese troviamo alcuni hotel e b&b:

 

Il laghetti si trovano ad un altezza che varia dai 2299 metri del lago Primo ai 2626 metri del lago Nero.

Il dislivello dalla fermata a monte della seggiovia al laghetto più alto è di 146 metri.

L’escursione più comoda e semplice da fare è quella che permette di effettuare l’intero giro dei laghi. Su sentiero numero 1 intitolato Sentiero dei laghi e delle antiche leggende percorribile in due ore.

Un percorso ad anello senza troppe difficoltà adatto a tutta la famiglia.

Troviamo tantissime altre escursioni segnalate:

  1. LE MINIERE DI TALCO E LE CAVE DI MARMO. Ore: 3.30 - escursionismo facile. Percorribile in MTB.
  1. SUL TETTO DELLA CONCA. Ore: 3.30 - grandioso panorama sulla catena alpina e sulla pianura.
  1. IL VALLONE DEL 13 LAGHI. Ore: 2.20 - escursionismo facile. Percorribile in MTB.
  1. I LUOGHI DEL RIMPATRIO VALDESE. Ore: 4.30 - escursionismo facile. Percorribile in MTB.
  1. GLI ALPEGGI. Ore: 6.00 - escursionistico.

Il campeggio attrezzato più vicino è il Campeggio Lago Verde, situato tra le montagne ai piedi della cima Vergia in una zona verde e tranquilla.

Troviamo un parcheggio camper in paese, adiacente ai campi sportivi, ampio sterrato lungo il torrente Germanasca. Sono presenti i servizi e 2 parchi giochi per i bimbi. Pagamento presso la Pro Loco.

WEB CAM

GOOGLE MAPS

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Multilanguage »